Berlusconi,grazie delle visite ma adesso per favore fuori dai……..

Berlusconi, il tempo della compassione e della doverosa presenza del governo nei luoghi del lutto, della disperazione e del disagio è passato.

Quella che era una presenza confortante mi sembra che si stia trasformando in una passerella mediatica alla ricerca della visibilità. Se questo può essere accettabile per altri fatti, in altri luoghi, non mi pare il caso che diventi una recidiva.

Oggi, sarò prevenuto, ma mi pare che molti, troppi ministri vadano sul posto alla ricerca delle telecamere. Ho letto che il ministro Zaia appena sceso dall’elicottero è andato di corsa presso la postazione dei T.G. Questo fatto fa pensare male, molto male, non vorrei che avvenisse una spartizione delle comparsate televisive.

Inoltre e il fatto non è trascurabile, ogni visita è destinata ad intralciare e ritardare l’opera dei soccorritori.

Mentre c’è una nazione intera che è pronta e disponibile a seguire qualsiasi iniziativa solidale,

troppi personaggi vogliono trarre vantaggi dalla disgrazia.

Purtroppo è più forte di me, la mia vena corrosiva mi prende di mano e mi costringe a scrivere cose completamente fuori luogo. Per fare un esempio, di fronte alla vecchietta che implorava aiuto da Berlusconi perchè poverina aveva perso tutto, anche i denti, a me è venuto spontaneo pensare: “Potrebbe darcene qualcuno dei suoi considerato che, a giudicare quello che mostra nei suoi sorrisi, in bocca ne ha almeno 48”

Mi scuso con tutti per il mio sproloquio ma quando ho visto Berlusconi con il casco mi sono detto:

” Ma chi cacchio si crede di essere mica Valentino Rossi!”

Berlusconi,grazie delle visite ma adesso per favore fuori dai……..ultima modifica: 2009-04-09T20:03:35+02:00da briccone1942
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Berlusconi,grazie delle visite ma adesso per favore fuori dai……..

  1. Ciao Briccone, invidio il tuo senso della misura, io ho superato l’autocontrollo e non voglio ritrovarlo.
    Ho desiderato e desidero che a ogni politico che va a fare passerella tra i terremotati cada sulla testa un quintale di cemento armato, quello reale.
    Caimano in testa.
    Ho desiderato strangolarlo nel sentirlo dire a un bambino di dire alla madre di portarli al mare che lui doveva inventariare.
    Ho desiderato strangolare il responsabile di radio maria che ha detto che dio ha voluto far partecipare la popolazione abruzzese alla settimana di passione.
    Voglio strangolare una che si firma, santa maria goretti che su una pagina di vignette satiriche ha scritto
    **non tutti i mali vengono per nuocere.
    Voglio strangolare la Gelmini per quanto ha dichiarato sulla casa dello studente.
    Sto desiderando che un terremoto inghiotta montecitorio, il vaticano e i giornalisti che come gli sciacalli vanno a caccia di facce disperate “che fanno odiens”.
    Se dio avesse un corpo lo strangolerei solo per vendicare il dolore e la disperazione di una intera regione e che corvi in tonaca declamano come volonta’ divina.
    Visto che mi firmo con nome e cognome, mi assumo la responsabilita’ di queste velenose righe che sono solo il 5% di quello che vorrei dire.
    Tina Campolo

  2. A me viene da vomitare quando accendo la tv e vedo i cameraman che impediscono il lavoro dei soccorritori stando loro alle calcagna per riprendere il minimo dettaglio. Mi viene su la rabbia quando vedo i camion delle tv con le antenne che intralciano il passaggio delle ambulanze. Mi viene da sputar sul muso ai cronisti che chiedono a chi ha perso i figli e la casa: – Che cosa provate? – e, mi viene di augurare loro che forse era meglio se capitava a loro (così non andavano in giro a fare domande del cavolo). Mi trovo terribilmente a disagio quando vedo la processione di politici (chi manca ancora all’appello?) che vanno a farsi belli e a guadagnare consenso elettorale sulla pelle dei terremotati che spengo la tv, la radio e il computer. Mi trovo a prendere le distanze quando sento che il papa andrà anche lui appena possibile? (devono sistemargli il Grand Hotel? )per far cosa, (la questua?).
    Ho solo una speranza: che, al più presto, questo circolo mediatico che violenta continuamente il dolore e la dignità degli amici Abruzzesi si fermi che, finalmente nessuno abbia più niente da dire, niente da dichiarare, nessun commento da fare, nessuna lezione da impartire, alcuna risposta da dare.

  3. Quello che la puttana TV di stato non dice.
    Sono le due del mattino, ho ricevuto un SMS da Anna, MISKAPPA per la rete dei blog, alle 22.00 hanno avuto un’altra scossa, dice che sono stremati psicologicamente e fisicamente.
    Anna (MISKAPPA) ha bisogno di un computer (il suo e’ rimasto sotto le macerie) per continuare a darci notizie vere, se volete vi do i recapiti per contribuire a permetterle di comunicare.
    Ha scritto di non mandare soldi a nessuno, i caimani sono in agguato, ma questo lo potete leggere nel suo blog, poche righe, ma chiare.
    Tina Campolo

  4. Tina, nel caso ti si stancassero le mani, considerato che il numero di persone da strangolare è elevato, conta pure sulle mie, sarei felicissimo di darti un pò di cambio.
    Riguardo a Miskappa fammi sapere il suo indirizzo, se possibile un aiuto lo darò volentieri.

  5. Erminia, il papa dovrebbe, in nome della carità cristiana, pronunciare un frase sola: “Quet’anno la chiese devolverà i proventi dell’ otto per mille agli abruzzesi.
    Saprai che i telecronisti si giustificano dicendo che loro devono stare sul “Pezzo” Ebbene forse sarebbe bene che si limitassero perchè in cominciano a stare su altre cose.

  6. @ briccone
    Domanda: TUTTI hanno istituito numeri verdi, gialli ed arancioni per aiutare i terremotati… come possiamo tracciare queste somme?

    D’accordo con te per l’8 per mille.
    La Cei ha già destinato tre milioni di euro avendo cura di indire anche una colletta nazionale, per la prossima domenica. Servirà a far rientrare nelle casse quanto sopra destinato? A pensar male…spesso si azzecca.

Lascia un commento