Le Ronde all’ Assalto(foto)

La Lega facendo leva sul populismo più becero è riuscita a far passare la sua proposta sulle ronde.

Intanto vorrei ricordare che sono uno strumento squadristico e ricordare che è da tempo che esistono. Il suo fondatore è Maroni, non erano per niente pacifiche e tantomeno disarmate.

Credo che però il riconoscimento di maggior protagonista vada al’ onorevole ? Borghezio,

goffo imitatore del “Giustiziere della Notte”, il quale è da parecchi anni che, con fiero cipiglio, veglia sulla nostra sicurezza.

Non sempre però si è coperto di gloria e questo può essere testimoniato dai Leghisti Sanremesi, che un giorno, ansiosi di dare il loro contributo alla caccia “Al Negher”concordarono telefonicamente con il Borghy una incursione nel vecchio quartiere della Pigna dove in certi alberghi un po’ mal messi ce ne alloggiavano parecchi.

Il piano messo a punto nei più minimi particolari prevedeva un incontro fra i leghisti di Sanremo e le Sturmtruppen del nostro eroe alle ore 20,30 nei pressi del sito da “Risanare”.

Giustamente i guerrieri locali, per essere più efficaci nella azione non cenarono prima allo scopo di evitare di essere rallentati nella loro azione dall’inevitabile abbiocco.

Il primo intoppo però avvenne a causa del ritardato arrivo delle truppe speciali le quali, pare che avessero fatto tappa in un rinomato ristorante di Niella Tanaro e tra una portata e l’altra, tutte battezzate da un ottima Barbera di Mombaruzzo persero l’ardore che li spingeva alla pugna e gli fece apprezzare i piaceri di avere le gambe sotto la tavola.

Fatto sta che arrivarono, un po’ alticci, all’appuntamento che oramai già passate erano le 23 .

Comunque, dopo un breve consulto, fu presa la decisione di agire comunque e i Padani armati di mazze da baseball, i Sanremesi armati con mazzi di garofani partirono per la “Miscionn”.

Entrarono in zona operativa, individuarono nell’ Albergo Dakar il primo obiettivo da colpire. Furono, bisogna dirlo un po’ sfigati perchè l’albergo era collocato al primo piano e a causa di una scala molto furono costretti a salire in fila indiana.

Il primo naturalmente era il Borghezio che suonò con forza il campanello e si vide aprire la porta da un Senegalese alto come minimo un metro e novanta. Bisogna dire che l’apparire di un tipo così smorzò di parecchio lo slancio guerriero dell ‘ardito manipolo.

Comunque il nostro Braveheart strinse un po’ il culo ma non si perse d’animo e con fare perentorio chiese: “Chi sei Tu!” L’altro, piuttosto incazzato rispose:”Sono il padrone e voi cosa volete?”.

Il momento era drammatico, pare che più di un paio di mutande delle Camicie Verdi si colorarono di marrone.

Per fortuna la soluzione arrivò con l’arrivo di tre pantere dei carabinieri, avvertite dagli abitanti del quartiere che avendo notato il gruppo Padano e temendo che fossero delinquenti avevano telefonato allarmati in caserma.

Chiarita la situazione i Sanremesi cornuti ed affamati decisero di andare a farsi una pizza.

Colmo dei colmi, data l’ora tarda non riuscirono a trovarne una aperta.

advgrullycaff.jpg

 

Le Ronde all’ Assalto(foto)ultima modifica: 2009-02-28T20:07:33+01:00da briccone1942
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Le Ronde all’ Assalto(foto)

  1. Ciao Briccone!!! Son piegato in due dalle risate!!! Lo so, lo so che purtroppo questo è un problema serio… ma te l’hai affrontato in un modo…. ed io non posso fare a meno di ridere!!!!

    Comunque, facciamo i seri!!! Hai letto che “ben di dio” di critiche che hanno fatto polizia e carabinieri su ste ronde? Speriamo si sgonfi sta’ gran buffonata… se no, ne dovremo scrivere molte di queste “storie”. E, purtroppo, credo che non tutte saranno divertenti come la tua!!!

    Ti auguro una buona settimana.

Lascia un commento