Che sostanze assume il Cavaliere? (foto)

Grande statista Berlusconi . Grande personaggio e siccome, malgrado tutto, rappresenta l’Italia stiamo tutti diventando un argomento da barzellette.

Non passa giorno che lui non fornisca ottimi spunti umoristici ai giornali di tutto il mondo.

Io credo che, essendo un premier democraticamente eletto, sia sacrosanto che ci governi per tutto il periodo del suo mandato.

Però, siccome credo che anche noi, come cittadini Italiani ,abbiamo dei diritti, dobbiamo essere informati sul suo stato di salute mentale e possiamo chiedere di essere messi al corrente sul tipo di sostanze che assume, perchè queste determinano probabilmente il suo comportamento strampalato che produce danni a noi tutti.

Mi limito ad un accenno alla faccenda Alitalia – Alle Social Card scariche – Alle tasse sulle banche seguite immediatamente da finanziamenti alle stesse praticamente a fondo perduto.

Comunque il suo comportamento, specie quando fa un comizio o quando si ritrova un microfono vicino alla bocca è inspiegabile.

Non perde occasione per sparare cazzate a raffica. Ogni parola un proiettile.

Il suo pool di leccakiuli se continua a comportarsi così andrà a finire che si consumeranno tutti la lingua nel tentativo di giustificarlo.

Io credo, per motivi di sicurezza nazionale sia opportuno che immediatamente dopo ogni sua dichiarazione, venga sottoposto ad un accurato esame antidoping . Inoltre credo che sia il caso che si sottoponga a visita psichiatrica. Non gli costerebbe nulla e saremmoberlufatto.jpg tutti più tranquilli

Che sostanze assume il Cavaliere? (foto)ultima modifica: 2009-01-26T10:29:33+01:00da briccone1942
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Che sostanze assume il Cavaliere? (foto)

  1. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  2. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  3. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  4. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  5. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  6. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

  7. A briccone rispondo
    Mi dispiace che molti italiani (per fortuna minoranza) abbiano assimilato la cultura dell’odio, maldicenza, calunnia, demonizzazione, criominalizzazione (propria della sinistra marxista-leninista-stalinista e ora cattocomunista). Seconda questa cultura (manicheistica) i sinistri sono nel vbene, onesti, buoni, caritatevoli, comprensivi, democratici, liberali, progressiti, affidfabili; mentre gli antisinistra (ieri Forlanio, Fanfani, Moro, DeGasperi, Craxi, Andeworri, Leone, Cossiga, Gava, ecc). ed oggi Berlusconi, dell’Utri, Pecorella, Sgarbi, Bossi, Gasparri, Cicchitto, Brunetta, Tremonti, Gelmini, ecc.)
    sono tutti mafiosi o amici dei mafiosi, in conflitto d’inteessi, indagati, sotto processo, arricchiti con la politica, delinquenti, farabutti, brutti, nani, antipatici, pericolosi, dittatori, ecc. Quando i sinistri diventranno democratici, toleranti, rispettosi degli avversarui-nemici, alalora l’Italia diventerà un paese migliore. Fino ad allora W Berlusconi e la sua squadra di goverrno che ci difende dal terrorismo, dai clandestinio e dalla cultura dell’odio. Ciao da Ennio

Lascia un commento