Maroni e i Cocker

1880874511.2.jpegPovero Maroni tutto congiura contro di lui. Berlusconi, cedendo al fascino della platea plaudente, ha dettato la linea di comportamento da tenere nei confronti dei studenti “Per adesso manganellate, poi seguirà il classico olio di ricino”. Involontariamente ha dato valore a chi sostiene che i suoi colleghi di governo sono non collaboratori ma suoi umili e proni servi. Il povero “BOBO” al quale spetterebbero le decisioni in materia, segnato dal suo soprannome che è adattissimo ad un cocker, ha abbassato le orecchie e ha fatto la figura del cagnolino che porta le ciabatte al padrone. Berlusconi continua a prenderci per idioti. Dichiara, davanti alle telecamere, la vergognosa e fascista intenzione di bastonare gli studenti. Poi facendo ,per conto mio, una figura di merda dichiara per la milionesima volta di essere stato frainteso.

Maroni è il vero untuoso lecchino.

Maroni e i Cockerultima modifica: 2008-10-23T21:53:00+02:00da briccone1942
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Maroni e i Cocker

  1. A Franco. Ecco il senso del post. Berlusconi comportandosi da vero padrone, in diretta TV ha dichiarato.”Darò precise direttive al ministro preposto perchè faccia intervenire la polizia nel caso che ci sia un occupazione delle scuole!”
    Mi sembra chiaro che in una formazione di governo NORMALE dovrebbe essere il ministro dell’interno che propone le misure da prendere “Durante” una riunione dell’esecutivo. Berlusconi ha fatto il contrario come se fosse il padrone assoluto.
    Insomma, il suo è un comportamento da Piccolo Duce.
    P.S. A proposito di comprensione. Si scrive ciarlatano e non ciarlatiere

Lascia un commento