Frattini in stato confusionale?


Il ministro Frattini,molto noto per la sua eleganza,non altrettanto per la sua perspicacia. Ha ,come si suol dire, Preso un Granchio.

Quando il Balletta ha distribuito gli incarichi del nuovo governo, il Frattini,forse ancora frastornato dal cambiamento di fuso orario che c’è tra piazza Navona e palazzo Chigi. Ha compreso male quale ministero gli fosse toccato. Pare che, invece di Ministro degli Esteri,lui abbia capito Ministro all’Estero.

Da questa insignificante incomprensione è nato l’equivoco che lo ha avuto come protagonista.

Appena finita la riunione, ligio al dovere,si è imbarcato,con immenso sacrificio, in business class su di un aereo diretto all’estero(casualmente alle Maldive) e là se ne stava tutto preso,sotto un ombrellone,nello svolgimento del suo compito.

Casualmente in Europa scoppiava la grave crisi,sfociata come tutti sappiamo in una guerra.

Il Franco,appresa la notizia da una radiolina del suo vicino di sdraio, come primo impulso è stato tentato di tornare a Roma. Ma il suo alto senso del dovere lo ha convinto a restare al suo posto.

Pare che abbia così commentato la notizia:

“Se di guerra si tratta la materia riguarda il mio collega Adolfo La Russa. Farà intervenire il solito migliaio di militari e ci penseranno loro a mettere tutto a posto”

In seguito,chiarito che la materia fosse competenza del MINISTRO degli ESTERI e che era LUI quel Ministro, ha deciso di convocare una riunione parlamentare sull’argomento. Sembra che fosse sua intenzione di fissare la data verso i primi di Settembre. Quando alle Maldive si incominciano a manifestare le prime perturbazioni. Però è stato convinto dal suo capo Silvio Berlusconi,detto BALLETTA,ad anticipare i tempi.

Siccome a noi il Franco fa tanta tenerezza vorremmo dargli un consiglio” A FRA’ mi raccomando,alla riunione della commissione non ti presentare con le infradito e la paletta”

 

Frattini in stato confusionale?ultima modifica: 2008-08-16T19:27:45+02:00da briccone1942
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento